Gentoo Logo

Gentoo Linux/MIPS: Domande Frequenti (FAQ)

Indice:

1.  A proposito di questo documento

Introduzione

Questa FAQ ha lo scopo di rispondere alle domande su Gentoo/MIPS e Linux/MIPS ricevute con maggiore frequenza dagli utenti. É dedicata sia ai nuovi utenti sia a quelli con più esperienza. Per favorire la navigazione, la FAQ è stata suddivisa in diverse categorie di domande.

Se si vuole contribuire a questa FAQ, o se non sono state trovate le risposte ad alcune delle proprie domande dopo averla consultata, contattare il team responsabile.

A proposito del progetto Gentoo/MIPS

Domande sull'hardware MIPS

FAQ sul Software MIPS

FAQ specifiche per Silicon Graphics

FAQ specifiche per Cobalt

2.  A proposito del progetto Gentoo/MIPS

Che cos'è Gentoo/MIPS?

Gentoo/MIPS è un piccolo progetto responsabile per il "port" su MIPS di Gentoo Linux.

Perchè installare Gentoo Linux su MIPS?

D'accordo, alcune macchine MIPS non sono le tra le più veloci che si possano trovare al giorno d'oggi. Tuttavia, nonostante l'età, possono ancora rivelarsi macchine ancora molto utili e funzionali. Una Cobalt Qube 2 può diventare un ottimo router Internet a banda larga, capace di ospitare siti web, email, IRC e numerosi altri servizi. Ci sono svariate ragioni per voler installare Linux su questo tipo di hardware.

  • Può insegnare molto sull'hardware dei computer fornendo una prospettiva diversa.
  • Permette di trasformare un rottame altrimenti inutile in un sistema molto funzionale.
  • Status Symbol: Linux su x86 è così diffuso al giorno d'oggi che non è più divertente. Al contrario, Linux su MIPS è molto meno comune e fornisce un discreto spunto di conversazione.

Perchè non portate Gentoo su NetBSD/MIPS o IRIX?

Ehi, ottima idea! Purtroppo, molti dei partecipanti al team Gentoo/MIPS sono già piuttosto occupati con Linux/MIPS e altre incombenze. Un progetto come questo ricadrebbe sotto l'egida del progetto Gentoo Prefix . Del lavoro è stato svolto per IRIX, e quello che ne rimane può essere trovato su bugzilla.

3.  Domande sull'hardware MIPS

Cos'è MIPS?

MIPS Technologies è un'azienda che produce un certo numero di "core" per CPU RISC che implementano l'architettura MIPS. Questi processori trovano posto in ogni genere di hardware, dai piccoli dispositivi embedded ai grandi server.

Inoltre è un acronimo; Millions of Instructions Per Second.

In quale tipo di hardware vengono impiegati i processori MIPS?

In breve... in molti tipi di hardware. I processori MIPS sono utilizzati in ogni genere di macchina, dai piccoli PDA (come i primi PDA Casio con Windows CE), ai terminali X (e.g. la serie Tektronix TekXPress XP330) fino alle workstation come le Silicon Graphics Indy e O2 e persino ai server di fascia alta come il Silicon Graphics Origin 2000.

Una lista più esaustiva si può ottenere sul sito web Linux/MIPS.

... e questa è solo la punta dell'iceberg. Queste macchine sono molto variegate. Molte di esse attualmente non utilizzano Linux. Tra quelle che lo utilizzano, solo una manciata sono supportate, tuttavia si è invitati a provare a portare Gentoo/MIPS su qualsiasi macchina MIPS si desideri. Alcune di queste macchine ricadono anche nell'attenzione del Embedded Gentoo Project, per esempio il Linksys WRT54G.

La mia macchina è supportata?

Un modo semplice è di dare un'occhiata alla pagina dei requisiti hardware di Gentoo/MIPS. Questo può rivelare se, almeno in teoria, il proprio sistema può funzionare con Gentoo/MIPS.

Se la propria macchina non compare nell'elenco, si può verificare se compare nel sito web Linux/MIPS. L'installazione tuttavia non sarà immediata, poichè il processo di produrre un kernel e un boot media funzionante dipenderà in larga misura da se stessì. Naturalmente, si cercherà di fornire tutto l'aiuto possibile.

Perchè non supportate la macchina X

Leggendo la Pagina dei Requisiti Hardware Gentoo/MIPS, si può notare che ci sono molte macchine che non sono supportate. Nel caso dell'hardware SGI, di alcune di esse si sa molto poco, non abbastanza per provare a portarvi Linux con successo.

Se si è riusciti a far funzionare Linux su una delle macchine attualmente inserite nella lista di quelle non supportate, si prega di farlo sapere al team responsabile, il quale sarebbe molto interessato venirne a conoscenza.

4.  FAQ sul Software MIPS

Quale stage tarball bisogna usare?

Questo dipende dal tipo di CPU contenuta nel sistema. Il nome della stage tarball è determinato come segue:

Codice 4.1: Convenzione per i nomi delle stage tarball

  stage3-mipsel4_multilib-20110627.tar.bz2
  \____/ \_____/ \______/ \______/
     |      |        |        |
     |      |        |        `--- Release Gentoo (data di creazione)
     |      |        |
     |      |        `--- ABI: multilib, n32, n64 (niente per o32)
     |      |
     |      `----------- Endianness e livello ISA
     |                     mips   ==> Big Endian
     |                     mipsel ==> Little Endian
     |
     `------------------ Tipo di Stage Tarball: 1, 2 o 3.

Per CPU di classe R4000 usare una stage tarball mips3 o mipsel3.

Per CPU di classe R5000 o di una classe più recente, usare una stage tarball mips4 o mipsel4.

Ho ricevuto l'errore "Illegal Instruction" oppure "Cannot Execute Binary File" quando ho tentato di effettuare il chroot. Che cosa ho sbagliato?

In genere questo è causato dall'utilizzo dello stage tarball errato. Se si tenta di utilizzare una userland mips4 su una CPU mips3, si riceve il messaggio di errore Illegal Instruction. Analogamente, se si tenta di usare codice Little Endian su una CPU Big Endian, si riceverà l'errore Cannot Execute Binary file.

La soluzione è semplice: ripulire la propria partizione e decomprirere l'archivio tarball corretto.

5.  FAQ specifiche per Silicon Graphics

Come mai la mia macchina SGI non effettua il netboot?

Possono esserci svariate ragioni, che vanno dai difetti di cablaggio ai problemi sul server. La maniera migliore per individuare il problema è di proseguire passo per passo...

  1. La macchina SGI (e il server) sono collegate (fisicamente) alle porte di rete corrette?
    Assicurarsi che la rete sia cablata in modo corretto. Bisogna tenere anche presente che alcune macchine hanno esigenze particolari. Per esempio la Challenge S non riesce a ottenere connettività di rete sotto Linux tramite la sua porta UTP; occorre utilizzare la porta AUI con un transceiver.
  2. Sono in uso dei firewall?
    Assicurarsi che il proprio firewall non stia bloccando le richieste DHCP/BOOTP (porte 67 e 68 su UDP) o TFTP (porta 69 su UDP).
    Il comando iptables -I INPUT 1 -p udp --dport 67:69 -j ACCEPT dovrebbe assicurare il funzionamento sotto questi aspetti.
  3. È stato disabilitato il packet MTU discovery e impostato l'intervallo delle porte?
    Le macchine SGI richiedono /proc/sys/net/ipv4/ip_no_pmtu_disc = 1 e /proc/sys/net/ipv4/ip_local_port_range = "2048 32767". Vedere il manuale Gentoo/MIPS.
  4. Il server sta emettendo i dettagli corretti via BOOTP?
    Ricontrollare il proprio /etc/dhcp/dhcpd.conf. Il dhcpd di ISC non emette le informazioni di indirizzamento via BOOTP a meno che la macchina sia stata definita staticamente con un indirizzo fisso.
  5. Quale server TFTP si sta usando?
    È noto che tftp-hpa funziona. atftp è molto più avanzato e può causare problemi. Nel dubbio, provare ad installare tftp-hpa per vedere se i problemi si risolvono.
  6. I demoni stanno girando?
    dhcpd dovrebbe comparire con il comando ps ax. Come per TFTP, dipenderà molto se si si tratta di un server "standalone", o se sta girando da (x)inetd. tftp-hpa gira in un processo di nome in.tftpd. Cercare quello nell'output di ps ax e fare partire eventuali servizi che non stanno girando.
  7. Il kernel esiste in /tftpboot?
    Assicurarsi che l'immagine del kernel con cui si vuole effettuare il boot sia in questa directory e che sia leggibile da tutti (chmod 644 /tftpboot/foo). Inoltre tenere presente che nel proprio /etc/dhcp/dhcpd.conf, il percorso del kernel deve essere relativo alla directory /tftpboot che tftp-hpa sta usando.
  8. Sono state deinizializzate le variabili netaddr e dlserver nella PROM?
    Provare ad eseguire unsetenv netaddr e unsetenv dlserver.

La macchina effettua il download del kernel, ma poi si blocca (usando monitor e tastiera – non una console seriale)

Sfortunatamente, non tutti i frame buffer grafici sono supportati da Linux. Questo non significa che non si possa usare la macchina... significa soltanto che ci sarà bisogno di un cavo seriale null-modem per interagire con essa. É infatti probabile che il sistema operativo sia in effetti partito e stia funzionando, ma la macchina emette output solo sulla console seriale e non sullo schermo.

6.  FAQ specifiche per Cobalt

Perchè la mia macchina Cobalt non effettua il boot?

Possono esserci svariate ragioni. La strategia migliore è di scorrere un lista e controllare che tutto sia corretto.

  1. La macchina Cobalt (e il server) sono fisicamente collegati alle porte di rete corrette?
    Assicurarsi che il cablaggio sia corretto. Bisogna tenere presente che il firmware Cobalt effettua il boot solo attraverso la porta di rete Primaria.
  2. Ci sono firewall in uso?
    Assicurarsi che il proprio firewall non stia bloccando le richieste DHCP/BOOTP (porte 67 e 68 su UDP) o RPC/Portmap (porta 111 su UDP e TCP).
    I comandi iptables -I INPUT 1 -p udp --dport 67:68 -j ACCEPT
    iptables -I INPUT 1 -p udp --dport 111 -j ACCEPT
    iptables -I INPUT 1 -p tcp --dport 111 -j ACCEPT dovrebbero sistemare questi aspetti.
  3. Il server sta emettendo i dettagli corretti via BOOTP?
    Ricontrollare il proprio /etc/dhcp/dhcpd.conf. Il dhcpd di ISC non emette le informazioni di indirizzamento via BOOTP a meno che la macchina sia stata definita staticamente con un indirizzo fisso.
  4. Si sta esportando /nfsroot nel proprio file /etc/exports?
    Assicurarsi di esportarlo sulla macchina Cobalt. Gli basta un accesso a sola lettura. Ricordarsi inoltre di eseguire exportfs-av dopo aver modificato il file.
  5. I demoni stanno girando?
    dhcpd dovrebbe comparire digitando ps ax, così come portmap e altri demoni RPC. I seguenti comandi dovrebbero andare bene:
    /etc/init.d/dhcp start
    /etc/init.d/nfs start
  6. Il kernel esiste in /nfsroot?
    Assicurarsi di aver messo l'immagine del kernel in questa directory e assicurarsi che sia leggibile da chiunque (chmod 644 /nfsroot/foo).

Come mai non supportate la Qube 2700?

Il Qube 2700 fu il primo tra i server Cobalt. Per quanto siano delle buone macchine, sfortunatamente, non dispongono di porte seriali. In altre parole, qualsiasi interazione con queste macchine deve passare attraverso la rete. Allo stato attuale, le immagini netboot di Gentoo non supportano questa possibilità.



Stampa

Aggiornato il 8 luglio 2012

La versione originale di questo documento non è più mantenuta

Oggetto: Questa FAQ ha il fine di rispondere ad alcune delle domande che vengono fatte più frequentemente riguardo a Gentoo/MIPS e a Linux/MIPS in generale.

Stuart Longland
Autore

Matt Turner
Redattore

Alfonso Tarantini
Traduzione

Donate to support our development efforts.

Copyright 2001-2014 Gentoo Foundation, Inc. Questions, Comments? Contact us.