Gentoo Logo

Disclaimer : Questo manuale è stato sostituito da una nuova versione e non è più mantenuto.


[ << ] [ < ] [ Home ] [ > ] [ >> ]


4. Ulteriori strumenti di Portage

Indice:

4.a. dispatch-conf

dispatch-conf è uno strumento il cui scopo è di installare i file ._cfg0000_<name> generati da Portage quando quest'ultimo vuole sovrascrivere un file in una directory protetta dalla variabile CONFIG_PROTECT.

Con dispatch-conf è possibile applicare gli aggiornamenti ai propri file di configurazione tenendo traccia contemporaneamente di tutti i cambiamenti. dispatch-conf memorizza le differenze tra i file di configurazione sottoforma di patch o usando il sistema di revisione RCS. Ciò significa che se si commette un errore nell'aggiornare un file di configurazione, è possibile tornare indietro alla versione precedente del file in qualsiasi momento.

Con dispatch-conf, viene richiesto di mantenere il file di configurazione invariato, usare il nuovo file, modificare il file corrente o fondere le modifiche interattivamente. Inoltre, dispatch-conf possiede anche alcune caratteristiche aggiuntive:

  • Vengono aggiornati automaticamente i file di configurazione le cui modifiche coinvolgono solo commenti.
  • Vengono automaticamente aggiornati i file di configurazione che differiscono solo per la quantità di spazi.

Accertarsi di modificare /etc/dispatch-conf.conf e di creare la directory referenziata dalla variabile archive-dir.

Codice 1.1: Eseguire dispatch-conf

# dispatch-conf

Durante l'esecuzione di dispatch-conf, verrà analizzato ciascun file di configurazione, uno alla volta. Premete u per aggiornare (sostituire) il file di configurazione corrente con quello nuovo e continuare con il file successivo. Premere z per ignorare (cancellare) il nuovo file di configurazione e continuare con il file successivo. Una volta che tutti i file di configurazione sono stati processati, dispatch-conf uscirà. È anche possibile premere q in qualsiasi momento.

Per maggiori informazioni, consultare le pagine di manuale di dispatch-conf. Essa spiega come fondere in modo interattivo i nuovi file di configurazione in quelli correnti, modificare i nuovi file di configurazione, esaminare le differenze tra i file, e altro ancora.

Codice 1.2: Leggere le pagine di manuale di dispatch-conf

$ man dispatch-conf

4.b. etc-update

In alternativa si può usare etc-update per fondere i file di configurazione. La sua modalità d'utilizzo non è semplice come quella di dispatch-conf, non è così ricco di funzionalità, ma fornisce comunque uno strumento interattivo di aggiornamento della configurazione e può anche auto-aggiornare i cambiamenti minori.

Tuttavia, diversamente da dispatch-conf, etc-update non preserva le vecchie versioni dei propri file di configurazione. Una volta aggiornato il file, la vecchia versione è persa per sempre! Pertanto bisogna essere molto cauti, in quanto usare etc-update è significativamente meno sicuro che usare dispatch-conf.

Codice 2.1: Eseguire etc-update

# etc-update

Dopo l'installazione dei file di configurazione non importanti, viene visualizzata una lista di file protetti che dovrebbero essere aggiornati. In fondo alla lista viene richiesto il da farsi tra le seguenti possibili opzioni:

Codice 2.2: Opzioni di etc-update

Please select a file to edit by entering the corresponding number.
              (-1 to exit) (-3 to auto merge all remaining files)
                           (-5 to auto-merge AND not use 'mv -i'):

Se si sceglie -1, si provoca l'uscita immediata di etc-update senza aver eseguito alcun cambiamento. Con le scelte -3 o -5, tutti i file di configurazione listati verrano sovrascritti con le nuove versioni. E' perciò molto importante selezionare prima i file di configurazione che non si vorrebbero aggiornare automaticamente. Questo si può fare semplicemente digitando il numero listato alla sinistra del file di configurazione.

Come esempio selezioniamo il file di configurazione /etc/pear.conf:

Codice 2.3: Aggiornare un file di configurazione specifico

Beginning of differences between /etc/pear.conf and /etc/._cfg0000_pear.conf
[...]
End of differences between /etc/pear.conf and /etc/._cfg0000_pear.conf
1) Replace original with update
2) Delete update, keeping original as is
3) Interactively merge original with update
4) Show differences again

Si possono ora vedere le differenze tra i due file. Se si pensa che il file possa venire aggiornato senza problemi, digitare 1. Se si pensa che l'aggiornamento non sia necessario o non provveda nuove o utili informazioni, digitare 2. Se si vuole aggiornare il file di configurazione corrente in modo interattivo, digitare 3.

Non ci sono punti a favore della fusione interattiva. Per completezza, segue la lista di comandi che possono essere usati mentre si sta interattivamente fondendo i due file. Vengono visualizzate due linee (quella originale e quella proposta nell'aggiornamento) e la richiesta sul da farsi tra uno dei seguenti comandi:

Codice 2.4: Comandi disponibili per la fusione interattiva

ed:     Edit then use both versions, each decorated with a header.
eb:     Edit then use both versions.
el:     Edit then use the left version.
er:     Edit then use the right version.
e:      Edit a new version.
l:      Use the left version.
r:      Use the right version.
s:      Silently include common lines.
v:      Verbosely include common lines.
q:      Quit.

Una volta terminato l'aggiornamento dei file di configurazione importanti, si può procedere all'aggiornamento automatico dei restanti file, etc-update terminerà la sua esecuzione quando non ci saranno più file di configurazione da aggiornare.

4.c. quickpkg

Con quickpkg si possono creare archivi di pacchetti che sono già installati sul sistema. Questi archivi possono essere usati come pacchetti precompilati. L'uso di quickpkg è estremamente semplice, basta aggiungere i nomi dei pacchetti che si vuole archiviare.

Per esempio, se si vogliono archiviare curl, orage e procps:

Codice 3.1: Esempio dell'uso di quickpkg

# quickpkg curl orage procps

I pacchetti precompilati vengono memorizzati in $PKGDIR (/usr/portage/packages/ come impostazione predefinita). Questi pacchetti sono posti in $PKGDIR/<category>.


[ << ] [ < ] [ Home ] [ > ] [ >> ]


Stampa

Visualizza tutto

Aggiornato il 4 ottobre 2010

Questa traduzione non è più mantenuta

Oggetto: Portage comprende inoltre alcuni strumenti ulteriori in grado di agevolare notevolmente l'uso di Gentoo. Il capitolo illustra l'utilizzo di dispatch-conf e altri tool.

Sven Vermeulen
Autore

Daniel Robbins
Autore

Chris Houser
Autore

Jerry Alexandratos
Autore

Seemant Kulleen
Sviluppo x86

Tavis Ormandy
Sviluppo Alpha

Jason Huebel
Sviluppo AMD64

Guy Martin
Sviluppo HPPA

Pieter Van den Abeele
Sviluppo PPC

Joe Kallar
Sviluppo SPARC

John P. Davis
Redazione

Pierre-Henri Jondot
Redazione

Eric Stockbridge
Redazione

Rajiv Manglani
Redazione

Jungmin Seo
Redazione

Stoyan Zhekov
Redazione

Jared Hudson
Redazione

Colin Morey
Redazione

Jorge Paulo
Redazione

Carl Anderson
Redazione

Jon Portnoy
Redazione

Zack Gilburd
Redazione

Jack Morgan
Redazione

Benny Chuang
Redazione

Erwin
Redazione

Joshua Kinard
Redazione

Tobias Scherbaum
Redazione

Lars Weiler
Redazione

Jochen Maes
Redazione

Grant Goodyear
Revisione

Gerald J. Normandin Jr.
Revisione

Donnie Berkholz
Revisione

Ken Nowack
Revisione

Marco Mascherpa
Traduzione

Stefano Rossi
Traduzione

Enrico Morelli
Traduzione

Donate to support our development efforts.

Copyright 2001-2014 Gentoo Foundation, Inc. Questions, Comments? Contact us.