Gentoo Logo

1.  Requisiti Hardware

Introduzione

Prima ancora di cominciare vengono elencate i requisiti hardware necessari per installare Gentoo sulla propria macchina.

Requisiti Hardware

In generale se si possiede un ARMv4 o successivo, è possibile utilizzare Gentoo. Questo è dato per assunto e in seguito vengono elencate le CPU che sono effettivamente state testate.

CPU (Big Endian) IXP425
CPU (Little Endian) IXP425, StrongARM-110
Memoria 32 MB
Spazio su disco 1.5 GB (escluso swap)
Spazio di Swap Almeno 256 MB

1.  Note per l'installazione

Una nota a proposito degli ABI

Viene supportato il nuovo ARM EABI ed anche il classico ARM ABI, a volte indicato come Old o Legacy ABI (richiesto per alcuni chip ARM più vecchi, come arm4vl). Tecnologie più recenti quali Thumb dovrebbero funzionare ugualmente, anche se non sufficientemente testate. Chi volesse contribuire è il benvenuto.

Ancora un altro importante concetto da considerare è quello di endianness. La endianess fa riferimento al modo in cui la CPU legge le parole in memoria. Una parola può essere letta sia come big endian (il primo byte è il più significativo), o come little endian (il primo byte è il meno significativo). Le macchine Intel x86 sono generalmente Little Endian, mentre le Apple e Sparc sono Big Endian. Le ARM possono essere entrambe. Per separarle viene aggiunto eb alle architetture per sottolineare che sono big endian, visto che le little endiano sono molto più comuni.

L'archivio tar Stage3

Un archivio stage3 è un tar che contiene un ambiente Gentoo minimale, fatto apposta per continuare l'installazione Gentoo, come indicato in questo manuale. In precedenza il Manuale Gentoo descriveva l'installazione mediante l'utilizzo di uno dei tre stage disponibili. Adesso però, pur continuando ad essere disponibili tutti e tre gli stage, il metodo ufficiale di installazione adotta lo stage3. Se si è interessati a condurre una installazione Gentoo utilizzando un archivio stage1 o stage2 è possibile consultare le Domande Frequenti su Gentoo alla voce Come installare Gentoo mediante uno stage1 o stage2.

Gli archivi Stage3 possono essere scaricati dalla directory ${release-dir}current-stage3/ presente in tutti i Mirror Ufficiali Gentoo e non sono forniti all'interno del LiveCD.

1.  Panoramica del boot via rete

In questa sezione viene descritto come avviare correttamente da rete una NetWinder. Si tratta di una guida breve, non certo esaustiva, per ulteriori informazioni si raccomanda di consultare il Diskless HOWTO.

Il necessario per avviare correttamente da rete ed installare Linux dipende dal tipo di macchina.

  • In generale:
    • un server TFTP
    • Molta pazienza
  • Per NetWinder: è possibile sia avviare una console seriale tramite un cavo null-modem o collegare un normale monitor VGA ed una tastiera PS/2.

Nota: Un cavo null modem può essere reperito nella maggior parte dei negozi di elettronica.

Nota: A proposito del terminale, può trattarsi di un vero terminale VT100/ANSI, o un PC con un programma che simula il terminale (quali HyperTerminal, Minicom, seyon, Telex, xc, screen -- qualsiasi). Non importa il tipo di piattaforma purchè si abbia a disposizione una porta seriale RS-232 da utilizzare ed il software appropriato.

Impostare TFTP: una breve guida

Ora che tutto è pronto, è possibile procedere. Come accennato in precedenza, questa non è una guida completa, ma uno schema di configurazione funzionante. Si può scegliere se utilizzarla nel momento in cui si fa tutto da zero, oppure usarne i suggerimenti per adattare una configurazione esistente all'utilizzo dell'avvio da rete.

E' importante sottolieare che i server utilizzati non necessitano di girare su Gentoo Linux, è tranquillamente consentito utilizzare FreeBSD o qualsiasi altra piattaforma Unix. Tuttavia questa guida implicitamente assume che si stia usando Gentoo Linux. È anche possibile usare TFTP/NFS su una macchina separata dal server DHCP se lo di desidera.

Avvertenza: Il team Gentoo/ARM non può aiutare ad impostare altri sistemi operativi come server netboot. Se si sceglie un sistema operativo differente è implicito il fatto di sapere come destreggiarsi nella configurazione.

Il primo passo è di impostare il server TFTP. Si raccomanda di utilizzare tftp-hpa visto che è l'unico affidabile. Procedere all'installazione come illustrato di seguito.

Codice 1.1: Installazione di tftp-hpa

# emerge net-ftp/tftp-hpa

Questa operazione crea una directory /tftproot in cui conservare le immagini netboot. E' possibile spostarla da altre parti se lo si desidera. In questa guida si assume che sia configurata in tale directory.

1.  Avviare da rete la macchina ARM

Scaricare una immagine NetBoot

A seconda del sistema su cui si sta installando ci sono diverse immagini disponibili per il download. Hanno tutti nomi assegnati sulla base del sistema e della CPU per cui sono compilate. I tipi di macchina sono i seguenti:

Macchina File
NetWinder Netboot

Assicurarsi di avere l'immagine nella directory /tftproot.

Avviare il demone

A questo punto tutto dovrebbe essere pronto per avviare i demoni. Eseguire il seguente comando:

Codice 1.1: Avviare i demoni TFTP

# /etc/init.d/in.tftpd start

Se tutto è andato bene si dovrebbe poter avviare la macchina ARM e procedere con la guida. Notare che si assume che il server TFTP abbia IP 192.168.0.2, è dunque possibile che tale valore debba essere cambiato a seconda del proprio ambiente.

Un semplice modo per verificare che il demone tftp sia attivo è l'esecuzione del seguente comando. Se il risultato è simile a quello che segue, tutto sta funzionando correttamente.

Codice 1.1: Controllare che TFTPd sia in esecuzione

# netstat -al | grep ^udp
udp        0      0 *:bootpc                *:*
udp        0      0 *:631                   *:*
udp        0      0 *:xdmcp                 *:*
udp        0      0 *:tftp                  *:* <--(cercare questa linea)

Avviare da rete NetWinder

Ora tutto è pronto ed il server TFTP è disponibile. E' il momento di avviare la macchina NetWinder. Una volta che si giunge alla console NeTTrom, inserire i comandi che seguono.

Codice 1.1: Avvio da rete con NeTTrom

NeTTrom> setenv kernconfig tftp
NeTTrom> setenv kerntftpserver 192.168.0.2
NeTTrom> setenv kerntftpfile netboot-netwinder
NeTTrom> setenv netconfig_eth0 flash
NeTTrom> setenv eth0_ip 192.168.0.15/24
NeTTrom> boot

Da questo punto la macchina dovrebbe scaricare l'immagine e circa 20 secondi dopo cominciare ad avviare Linux. Se tutto è andato bene, si dovrebbe entrare nella shell ash, per poi continuare con la (Configurazione della rete).

Aggiornato il 17 maggio 2011

La versione originale di questo documento è più recente ed è stata aggiornata il 17 dicembre 2013

Donate to support our development efforts.

Copyright 2001-2014 Gentoo Foundation, Inc. Questions, Comments? Contact us.