Gentoo Logo

1.  Installare PALO

Sulla piattaforma PA-RISC, il bootloader è chiamato palo. Come prima cosa bisogna installarlo nella propria macchina.

Codice 1.1: Installare palo

# emerge palo

Si può trovare il file di configurazione in /etc/palo.conf. Qui c'è un esempio di configurazione:

Codice 1.1: Esempio di /etc/palo.conf

--commandline=2/${kernel-name} root=/dev/sda4
--recoverykernel=/vmlinux.old
--init-partitioned=/dev/sda

La prima riga dice a palo dove è messo il kernel e quali parametri di boot si devono usare. 2/${kernel-name} significa che il kernel 2/${kernel-name} risiede sulla seconda partizione. Il percorso al kernel è relativo alla partizione boot, non alla partizione root.

La seconda riga indica quale kernel di recupero si usa. Se è la prima installazione e non si dispone di un kernel di recupero, non si deve commentare questa riga. La terza riga indica su quale disco risiederà palo.

Dopo aver finito la configurazione, eseguire palo.

Codice 1.1: Applicare la configurazione di PALO

# palo

Continuare con Riavviare il sistema.

1.  Riavviare il sistema

Uscire dall'ambiente in cui si è fatto il chroot e smontare tutte le partizioni montate. Poi digitare il comando reboot.

Codice 1.1: Uscire dal chroot, smontare tutte le partizioni e riavviare

# exit
cdimage ~# cd
cdimage ~# umount -l /mnt/gentoo/dev{/shm,/pts,}
cdimage ~# umount -l /mnt/gentoo{/boot,/proc,}
cdimage ~# reboot

Naturalmente non dimenticarsi di rimuovere il CD avviabile, altrimenti il CD ripartirà di nuovo invece del nuovo sistema Gentoo.

Dopo aver riavviato, finire con (Termine dell'installazione Gentoo).

Aggiornato il 9 maggio 2011

La versione originale di questo documento è più recente ed è stata aggiornata il 17 agosto 2014

Donate to support our development efforts.

Copyright 2001-2014 Gentoo Foundation, Inc. Questions, Comments? Contact us.