Gentoo Logo

1.  Logger di sistema

Alcuni strumenti non sono inclusi nello stage3 perchè ci sono diversi pacchetti che offrono le medesime funzionalità, perciò viene lasciata all'utente la libertà di scegliere quali installare.

Il primo strumento che si deve scegliere serve a fornire un facile logging per il sistema. Unix e Linux hanno una eccellente storia sulle possibilità di logging; se si desidera, nei file di log si può osservare tutto quello che succede sul sistema. Ciò avviene attraverso il logger di sistema.

Gentoo offre molti logger di sistema. Ci sono sysklogd, che è l'insieme tradizionale di demoni per i log di sistema, syslog-ng, un logger di sistema avanzato, e metalog che risulta essere un'alternativa altamente configurabile. Potrebbero già esserne disponibili altri, visto che il numero di pacchetti cresce di giorno in giorno.

Se si sceglie di utilizzare sysklogd o syslog-ng può essere consigliabile l'installazione di logrotate visto che non viene fornito alcun sistema di archiviazione automatica dei log vecchi.

Per installare il logger di sistema scelto, si deve emergerlo e aggiungerlo al runlevel di default con rc-update. L'esempio seguente installa syslog-ng. Ovviamente si deve sostituirlo con logger di sistema scelto:

Codice 1.1: Installare un logger di sistema

# emerge syslog-ng
# rc-update add syslog-ng default

1.  Opzionale: Demone cron

Il prossimo strumento è il demone cron. Anche se è opzionale e non richiesto per il sistema, è consigliato installarlo. Di che cosa si tratta? Il demone cron esegue comandi programmati. E' molto utile se si deve eseguire qualche comando regolarmente (per esempio, giornalmente, settimanalmente o mensilmente).

Gentoo offre tre possibili demoni cron: dcron, fcron e vixie-cron. Installare uno di questi è simile ad installare un logger di sistema. Tuttavia, dcron e fcron richiedono un comando extra di configurazione, che è crontab /etc/crontab. Se si è indecisi su quale scegliere, usare vixie-cron.

Se si sta installando Gentoo senza il collegamento alla rete Internet, è possibile scegliere solo vixie-cron. Se si desidera installarne un altro è possibile attendere e farlo in seguito.

Codice 1.1: Installare un demone cron

# emerge vixie-cron
# rc-update add vixie-cron default
(Solo se si è scelto dcron o fcron:) # crontab /etc/crontab

1.  Opzionale: indicizzazione dei file

Se si desidera indicizzare i file del proprio sistema in modo da poterli localizzare rapidamente usando locate, è necessario installare sys-apps/mlocate.

Codice 1.1: Installazione di mlocate

# emerge mlocate

1.  Facoltativo: accesso remoto

Se si ha bisogno di accedere al proprio sistema da postazioni remote dopo l'installazione, non dimenticare di aggiungere sshd al runlevel di default:

Codice 1.1: Aggiungere sshd al runlevel di default

# rc-update add sshd default

Se si ha bisogno di accedere alla console seriale (il che è possibile in caso di server remoti), bisogna rimuovere i segni di commento dalla sezione sulla console seriale in /etc/inittab.

Codice 1.1: Modificare /etc/inittab

# nano -w /etc/inittab

Il brano seguente mostra le sezioni a cui sono stati rimossi i commenti:

Codice 1.1: Rimuovere i commenti alla console seriale in inittab

# CONSOLE SERIALI
s0:12345:respawn:/sbin/agetty 9600 ttyS0 vt100
s1:12345:respawn:/sbin/agetty 9600 ttyS1 vt100

1.  Strumenti per il file system

In base al file system che si sta usando, si devono installare gli strumenti di utilità necessari (per controllare l'integrità del file system, per creare un file system supplementare etc.). Notare che gli strumenti per gestire i filesystem ext2/ext3 (e2fsprogs) sono già installati come parte del sistema.

La seguente tabella elenca gli strumenti necessari da installare se si usa un determinato file system:

File System Strumento Comando di installazione
XFS xfsprogs emerge xfsprogs
ReiserFS reiserfsprogs emerge reiserfsprogs
JFS jfsutils emerge jfsutils

Opzionale: Strumenti RAID per hardware IBM

Se si sta utilizzando RAID SCSI su di un sistema basato su POWER5 è possibile installare iprutils che consentono all'utente di lavorare sui dischi RAID, avere lo stato dell'array di dischi, aggiornare il microcode ed altro.

Codice 1.1: Installazione di iprutils

# emerge iprutils

1.  Strumenti di rete

Se non si necessita di ulteriori strumenti per la rete (quali ppp o un client dhcp) continuare con la (Configurazione del bootloader).

Opzionale: Installare un client DHCP

Se è necessario che Gentoo ottenga automaticamente un indirizzo IP per una o più interfacce di rete è necessario installare dhcpcd (o qualsiasi altro client DHCP, consultare il capitolo (Impostazioni modulari) per una lista di possibili client). In caso contrario potrebbe non essere possibile utilizzare la rete al termine dell'installazione.

Codice 1.1: Installazione di dhcpcd

# emerge dhcpcd

Opzionale: Installare un client PPPoE

Se si ha bisogno di ppp per connettersi alla rete, bisogna installarlo:

Codice 1.1: Installare ppp

# emerge ppp

Continuare ora con la (Configurazione del Bootloader).

Aggiornato il 23 ottobre 2011

La versione originale di questo documento è più recente ed è stata aggiornata il 16 dicembre 2013

Oggetto: Questo capitolo riguarda la scelta della versione e l'installazione degli strumenti di sistema.

Donate to support our development efforts.

Copyright 2001-2014 Gentoo Foundation, Inc. Questions, Comments? Contact us.