Gentoo Logo

Gentoo Weekly Newsletter: 16 Gennaio 2006

Indice:

1.  Gentoo news

Cmabiamenti in arrivo per la USE flag di default

Nel caso di alcuni pacchetti Portage ha delle impostazioni di auto-use, il che significa che, a meno che non sia esplicitamente specificata una USE flasg verrà abilitata dopo l'installazione di un pacchetto e disabilitata dopo la sua disinstallazione. Ad esempio dopo "emerge sqlite" la flag sqlite risulterà abilitata in "emerge info" e in "emerge -vp di qualcosa che utilizza la flag sqlite in iuse a meno che non sia specificato in make.conf qualcosa come "-sqlite" o "-*". Se sqlite viene rimosso, la flag USE risulterà nuovamente disabilitata (a meno che non sia specificato sqlite nella sezione USE di make.conf ovviamente).

Questo ha causato alcuni fastidi, visto che le flag USe tendono a saltare a caso quando un nuovo pacchetto attiva l'auto-use (sia per quanto riguarda l'installazione che la rimozione o perchè è stato modificato il file package.use). Sono stati segnalati diversi bug ed è opinione generale di abbandonare auto-use.

Il cambiamento avverrà in una delle prossime versioni di Portage 2.1, è già pronto e disponibile come ~ARCH per quasi tutte le architetture. Gli utenti dei pacchetti stabili non verranno interessati dal cambiamento per un po' di tempo visto che Portage 2.0.x non verrà cambiato e gli aggiornamenti potranno cambiare le flag USE. Se si aggiorna a Portage 2.1 è possibile osservare il risultato di "emerge -DuvpN world" e aggiungere le flag che si desidera mantenere abilitate in make.conf se vengono mostrate come "-foo*".

Cambiamenti in Baselayout

Il team Gentoo dedicato a baselayout è lieto di presentare baselayout-1.12.0_pre14 al festante pubblico. Ecco una breve lista dei più importanti cambiamenti dalla versione 1.11:

  • Supporto di rete automatico con wpa_supplicant, ifplugd e netplug con riavvio dei servizi dipendenti -- Tipicamente ifplugd è utilizzato per monitorare l'inserimento e rimozione dei cavi ethernet per avviare e fermare il servizio di rete di conseguenza, e viene utilizzato da altri servizi. Il problema era che quando ifplugd riavviava il servizio di rete, non riavviava i servizi che aveva fermato. Ora il supporto per ifplugd e netplug è stato inserito in baselayout ed è possibile un controllo più diretto e si può ricordare che servizi sono stati fermati dal servizio in modo da riavviarli. Anche wpa_supplicant è in gradi di fare questo adesso.
  • Configurazione di rete separata per ogni interfaccia -- Ogni interfaccia è ora in grado di avere il proprio resolv.conf e routing di default. E' stata impostata anche una priorità delle connessioni a cavo rispetto a quelle wireless e i resolv.conf vengono combinati insieme in modo ideale soprattutto per gli utenti laptop che si muovono molto.
  • Avvio Interattivo -- C'è qualche servizio che causa problemi all'avvio? Non dovrebbe, ma se ci fosse adesso è possibile avviare, saltare, continuare o passare alla shell per ogni servizio interattivamente. Utilizzando una generica stty e le chiamate da shell è possibile raggiungere questo risultato senza la necessità di un servizio apposito.
  • Miglioramenti per l'avvio parallelo -- L'avvio e arresto parallelo non facevano proprio quanto descritto nelle precedenti versioni, ma ora si tratta di un parallelismo reale e molto più rapido di prima. Il che porta a..
  • Miglior ordinamento delle dipendenze (ma più lento) -- Grazie all'avvio parallelo lo sviluppo si è reso conto che l'ordinamento dei servizi era completamente errato ed è stato necessario riscriverlo da capo. Al momento è giunto alla terza riscrittura che utilizza un ordinamento topologico scritto in bash e che ha dato ottimo risultati negli ultimi mesi.
  • Controllo dello stato dei servizi -- I servizi che lanciano demoni via start-stop-daemon adesso si assicurano che siano effettivamente avviati invece che avviarsi, demonizzarsi e fermarsi per una configurazione non valida, aggirando rc e convincendolo che si sono avviati. Inoltre se si controlla lo stato di un servizio viene controllato se effettivamente gira o meno. In caso negativo vengono fermati i servizi dipendenti. Viene inoltre realmente fermato il servizio il che risolve il problema di avviare cups, reinstallare cups e non riuscire più a fermarlo o riavviarlo.

L'incontro Gentoo PPC definisce i nuovi progetti per 2006.0 e oltre

Gli sviluppatori PPC hanno passato tre ore domenica sera a discutere del loro futuro. Il rilascio di 2006.0 per PowerPC includerà gli stage generici 1, 2 e 3, stage 3 specifici per G3 e G4, due CD di installazione, uno minimale e uno completo, oltrechè pacchetti GRp su un CD diverso. Tutti i profili 2006.0, generici e ottimizzati, includeranno supporto NPTL.

Il team PPC affronterà ora alcuni dei bug aperti mentre un bugday PPC concentrerà utenti e sviluppatori. Se si desidera partecipare alla caccia è possibili entrare in #gentoo-ppc su irc.freenode.net sabato prossimo, 21 Gennaio alle 14 UTC. Prima di avviare la nuova campagna di reclutamento di nuovi sviluppatori, il team sta valutando chi tra i 21 sviluppatori PPC ufficiali è ancora attivo o di fatto ritirato. Oltre ad un aumento delle attività in generale, stanno anche progettando di migliorare la comunicazioni con altre architetture ed utenti, pubblicizzando alcuni messaggi del loro blog e pubblicandoli regolarmente sulla GWN.

Aggiornamenti su AMD 64

Sono stati pubblicate tutte le più importanti novità del progetto Gentoo AMD64 su un report settimana scorsa. Man mano che l'hardware è diventato meno costoso, il 2005 ha visto la base di utenti moltiplicarsi e il numero degli sviluppatori ha seguito a ruota. Il team AMD64 è stato avviato con nove sviluppatori all'inizio del 2005 e al momento conta 32 sviluppatori attivi, più 16 tester, cioè utenti esperti che pongono lo sviluppo sotto seria analisi e segnalano bug. Il concetto di tester di architettura funziona così bene che l'idea ha guadagnato popolarità anche su altre architetture che ora stanno valutando di creare i propri team di tester. E possibile consultare l'inter report per ulteriori risultati raggiunti dal team AMD64.

2.  Voci dalla comunità

Web forums

Nuovo toolchain su SPARC

Gli sviluppatori SPARC di Gentoo sono pronti per il rilascio della versione di Gentoo 2006.0. Gustavo Zacarias ha reso stabile un nuovo gcc (3.4.5) e un glibc più il kernel 2.6.11. Il cambiamento non riguarderà chi sta usando ancora il vecchio profilo 2005.1, ma poichè questo aggiornamento richiede che gli utenti ri-emergano l'intero sistema, controllate questo thread per utili informazioni, prima che otteniate qualcosa di non desiderato:

3.  Gentoo Security

mod_auth_pgsql: Vulnerabilità multiple format string

Vulnerabilità format string in mod_auth_pgsql portano a esecuzione di codice arbitrario.

Per ulteriori informazioni consultare il GLSA Announcement

xine-lib, FFmpeg: heap-based buffer overflow

xine-lib e FFmpeg sono vulnerabili a un buffer overflow che può essere sfruttato da attaccanti per eseguire codice arbitrario.

Per ulteriori informazioni consultare il GLSA Announcement

Blender: Buffer overflow heap-based

Blender è vulnerabile a un buffer overflow che può essere sfruttato da attaccanti per eseguire codice arbitrario.

Per ulteriori informazioni consultare il GLSA Announcement

Wine: Vulnerabilità Windows Metafile SETABORTPROC

C'è un difetto in Wine nella gestione dei file Windows Metafiles (WMF), con esecuzione di codice arbitrario.

Per ulteriori informazioni consultare il GLSA Announcement

4.  Gentoo international

USA: classi Gentoo al MIT

Lo sviluppatore di Gentoo Rajiv Manglani terrà ancora due seminari su Gentoo Linux per gli studenti del Massachutts Institute of Tecnology a Boston, MA. Il primo (domani, martedì) darà un'introduzione su Gentoo, mentre il sucessivo corso di martedì, fornirà maggiori dettagli sul Portage e la creazione di ebuild. Se vuoi partecipare ad uno o tutti e due gli incontri, per favore contatta oggi sipb-iap-gentoo@mit.edu.

  • Introduzione su Gentoo Linux: Martedì, 17 Gennaio 2006, 20:00-22:00, MIT Stabile 2, stanza 105
  • Gentoo Linux avanzato:Martedì, 19 Gennaio 2006, 20:00-22:00, stesso luogo

Nota: Controlla la comunicazione sul sito del MIT per maggiori dettagli e le istruzioni per come trovare il luogo del campus.

USA: Utah Gentoo user group

Steve Dibb è il fondatore di un gruppo di Gentoo users dell'Utah. Situato nel nella zona più a ovest del Jordan, ha organizzato recentemente un sito web che utilizza "a vanilla install of Geeklog" per fornire il miglior supporto e articoli su Gentoo (il primo articolo è una recensione sul tool flagedit di Damien Krotkine's), e serve da punto di partenza per le attività future come incontri e ritrovi per le installazioni. "Utah è veramente un buon posto per il supporto di Linux per i dintorni," ha detto Steve, che all'inizio era un pò preoccupato: "Avevo inviato un email un pò di mesi fa per vedere se c'erano interessati, e con mia sorpresa la risposta era positiva, malgrado di fatto in questo stato c'erano già molti gruppi e mailing lists su Linux, Unix e altri su FOSS." Il gruppo Gentoo Utah (che esiste da un mese) adesso conta 11 membri, i quali usano Gentoo sia in ambienti produttivi che privati. Oltre al sito web, Steve ospita una mailing list dove "non insistiamo sull'uso di Gentoo come è usato fare su altre mailing list locali" e un beneficio dell'essere un piccolo gruppo locale è che: "La lista ci da la possibilità di scambiare e discutere su Gentoo, senza essere sommersi da troppe persone."

5.  Gentoo in the press

Allround PC (9 Gennaio 2006, in Germania)

Costruire a casa un theater PC (HTPC) con Gentoo Linux è un tipico esempio dei benefici ottenuti impostando una installazione menima. Questo è stato riscontrato diverse volte prima di adesso, sicuro, ma questa descrizione step-by-step del processo fornisce una panoramica concisa sull'hardware da utilizzare e come configurare ogni modulo, come integrare i controlli remoti e altro. Siccome alcuni degli elementi non fanno ancora parte del portage ufficiale di Gentoo, l'articolo rimanda anche al gentoo.de overlay che contiene più plugin VDR necessari per impostare l'HTPC.

Distrowatch (9 Gennaio 2006)

Ladislav Bodnar di Distrowatch commenta un pezzo della documentazione Gentoo, il nuovo Gentoo Linux LiveUSB Howto che "adesso fa parte del progetto ufficiale della documentazione," e che ha trovato "particolarmente utile per l'installazione di Gentoo su di un laptop moderno senza supporto CD-ROM."

Linuxdevices.com (11 Gennaio 2006)

Un articolo su Linux robot site che lancia un robot controllabile che appare sulle pagine dell'inserto del negozio online di Linuxdevices.com della settimana scorsa.

6.  Cambiamenti negli sviluppatori di Gentoo

Abbandoni

I seguenti sviluppatori hanno recentemente abbandonato il progetto Gentoo:

  • Per questa settimana nessuno

Nuovi arrivi

I seguenti sviluppatori si sono aggiunti al progetto Gentoo:

  • Martin Ehmsen (ehmsen) - TeX
  • Michal Kurgan (moloh) - Polish GWN lead translator

Cambiamenti

I seguenti sviluppatori hanno recentemente cambiato ruolo nel progetto di Gentoo:

  • Per questa settimana nessuno

7.  Bugzilla

Statistiche

La comunità Gentoo usa Bugzilla ( bugs.gentoo.org) per annotare e tenere traccia di bugs notifiche, suggerimenti e altre interazioni con il team di sviluppo. Tra il 08 gennaio 2005 ed il 15 gennaio 2006, l'atività sul sito è stata la seguente:

  • 799 bugs nuovi
  • 447 bugs chiusi o risolti
  • 37 bugs precedentemente chiusi sono stati riaperti

Dei 9083 bugs correntemente aperti: 77 sono stati classificati 'bloccanti', 176 'critici', e 489 'primari'.

Classifica dei bugs chiusi

Gli sviluppatori e i team che hanno chiuso il maggior numero di bug durante questo periodo sono:

Classifica dei nuovi bugs

Gli sviluppatori e i team a cui sono stati assegnati il maggior numero di nuovi bug durante questo periodo sono:

8.  GWN feedback

Per favore spedisci un tuo commento per rendere la GWN ancora migliore

9.  Informazioni per l'iscrizione alla GWN

Per iscriverti alla Gentoo Weekly Newsletter, invia un email vuoto a gentoo-gwn+subscribe@gentoo.org.

Per cancellare la tua iscrizione alla Gentoo Weekly Newsletter, invia un email vuoto a gentoo-gwn+unsubscribe@gentoo.org dall'indirizzo con cui sei iscritto.

10.  Altre lingue

La Gentoo Weekly Newsletter è anche disponibile nelle seguenti lingue:



Stampa

Aggiornato il 16 gennaio 2006

Oggetto: Questa è la Gentoo Weekly Newsletter del 16 Gennaio 2006.

Ulrich Plate
Caporedattore

Roy Marples
Redazione

Marien Zwart
Redazione

Marco Mascherpa
Traduzione

Stefano Rossi
Traduzione

Diana Fossati
Traduzione

Donate to support our development efforts.

Copyright 2001-2014 Gentoo Foundation, Inc. Questions, Comments? Contact us.