Gentoo Logo

Gentoo Weekly Newsletter: 3 Aprile 2006

Indice:

1.  Gentoo news

Finalmente gli stage per Gentoo/MIPS su Cobalt

Stuart Longland ha annunciato il rila scio degli stage 3 per server Cobalt. Questo completa il rilascio della versione 2006.0 per architettura MIPS che include ora il Qubed Cobalt e i RAqs oltre al supporto per le macchine Silicon Graphics che era già stato pubblicato nel mese scorso. Se si ha a disposizione un server Cobalt è possibile testare il nuovo stage e riferire i risultati a Stuart.

2.  Future zone

Kolab e Gentoo

La maggior parte dei sistemi groupware open-source, paragonabili a Microsoft Exchange Server, hanno un gran numero di sotto servizi come LDAP, Apache, Postfix etc. Kolab è un esempio tipico di questi sistemi.

La principale caratteristica di Kolab è l'uso di IMAP per immagazzinare le informazioni groupware come indirizzi, eventi, note etc. Questo permette di ridurre i componenti principali del sistema a OpenLDAP, Postfix e Cyrus-Imapd. Il server è reso così meno pesante rispetto ai competitori come Open-Exchange. E' anche uno dei pochi server groupware che ha pieno supporto per i client e-mail su Linux (Kontact) e Windows (Outlook) e funziona insieme con un web client (Horde). Può essere fatto funzionare facilmente in un ambiente con molteplici richieste.

L'ostacolo più importante per costruire un sistema multi componente in un server groupware efficiente su Linux è la configurazione. Il servizio e-mail deve funzionare insieme con i tool di scan per virus e spam, mandare e ricevere mail richiede l'impostazioni di canali appropriati, ogni servizio deve usare un database centrale per l'utente, etc.

Una opzione per affrontare il problema della configurazione è quella di lasciare quella dei sotto servizi come suggerito dalla distribuzione e fornire un documento che descrive tutti i miglioramenti e cambiamenti necessari per ottenere il sistema funzionante. Questo implica il vantaggio che il server groupware è indipendente dalla distribuzione.

Kolab sceglie un metodo differente e cerca di automatizzare totalmente il processo di configurazione. Quest'ultimo è semplice per l'utente finale poichè non richiede necessariamente i manuali di Postfix, Cyrus-Imap, Apache etc. D'altra parte è un incubo per gli sviluppatori se l'obiettivo è di abilitare il sistema per la maggior parte delle distribuzioni. Si dovrebbero portare tutte le piccole e importanti differenze tra le distribuzioni nell'account. Così le compagnie coinvolte nella creazione di Kolab selezionano una distribuzione (OpenPKG) e decidono di generare il sistema solo per OpenPKG. Per installare Kolab su una distribuzione differente si potrebbe aggiungere una installazione completa OpenPKG con una situazione "system in a system" difficile da gestire.

Negli ultimi tre mesi molti volontari hanno aiutato nel convertire Kolab in tool come autoconf e automake per poter avere un sistema compilato che permette il trasferimento di Kolab in altre distribuzioni Linux. Questo permette di ottenere un ambiente server nativo Kolab in Gentoo. Lo stage beta del progetto può essere trovato qui. Si prevede che sia stabilizzato dopo che Kolab-2.1 sarà rilasciato dagli sviluppatori.

Quali sono i vantaggi nell'avere Kolab disponibile come un sistema nativo Gentoo? Prima di tutto vi liberate dal sistema rpm che avete dovuto usare per la versione OpenPKG. Come utenti Gentoo questo sarà più difficile da gestire poichè la scelta di sopportare i tempi di compilazione non è stata fatta senza una ragione. Con l'indipendenza della distribuzione OpenPKG c'è anche un grande potenziale per l'estensione del sistema. Volete telefonare? Integratelo con asterisk. Avete bisogno di un sistema di gestione documenti? Perchè non attivare le caratteristiche LDAP di knowledgetree per fornire i vostri mail user con un sistema DMS. Avete bisogno di un accesso a un sito web? DAV? SVN? Trac? Qualsiasi cosa su apache che richiede una autenticazione e può usare LDAP non dovrebbe essere un problema. Gentoo è il sistema ottimale per migliorare alcuni degli ebuild esistenti con una flag USE "kolab" per fornire a un server groupware nuove caratteristiche. Ancora non è disponibile, ma il lavoro che si sta facendo è sulla strada giusta.

3.  Voci dalla comunità

Web forums

Il cambiamento Libexpat ABI ha colto di sorpresa gli utenti con ~ARCH

Grande paura nel forum il weekend passato: è stata aggiornata la libreria expat alla versione 2.0.0, e molti utenti Gentoo hanno avuto grandi problemi nei propri sistemi, questo perchè non avevano letto la piccola dicitura nell'ebuild che diceva di fare revdep-rebuild su tutto quello che dipende da libexpat.so.0. Questo thread lo fa sapere a tutti:

4.  Gentoo Security

OpenOffice.org: Heap overflow nella libreria libcurl

OpenOffice.org contiene una versione vulnerabile di libcurl che può causare un heap overflow quando si analizzano gli URL.

Per ulteriori informazioni consultare il GLSA Announcement

bsd-games: Scalata locale di privilegi in tetris-bsd

tetris-bsd è vulnerabile a scalata locale di privilegi.

Per ulteriori informazioni consultare il GLSA Announcement

5.  Gentoo international

USA: Gentoo al Linux World Expo di Boston

Christian Fernandez di VoiceSignal Technologies, Inc. terrà una sessione sul Birds of Feather all'edizione di quest'anno del LWE di Boston. Oltre alla presentazione di Christian sul Portage e Gentoo schedulata per il 6 aprile alle 18:30, il progetto sarà di nuovo presentato allo show tramite il suo stand. Visita la manifestazione tra il 3 ed il 6 aprile al Boston Convention and Exhibition Center, MA.

6.  Cambiamenti negli sviluppatori di Gentoo

Abbandoni

I seguenti sviluppatori hanno recentemente abbandonato il progetto Gentoo:

  • Per questa settimana nessuno

Nuovi arrivi

I seguenti sviluppatori si sono aggiunti al progetto Gentoo:

  • Thomas Cort (tcort) - Alpha, sound

Cambiamenti

I seguenti sviluppatori hanno recentemente cambiato ruolo nel progetto di Gentoo:

  • Per questa settimana nessuno

7.  Bugzilla

Statistiche

La comunità Gentoo usa Bugzilla ( bugs.gentoo.org) per annotare e tenere traccia di bugs notifiche, suggerimenti e altre interazioni con il team di sviluppo. Tra il 26 marzo 2006 ed il 02 aprile 2006, l'atività sul sito è stata la seguente:

  • 869 bugs nuovi
  • 392 bugs nuovi o risolti
  • 18 bugs precedentemente chiusi sono stati riaperti

Dei 9788 bugs correntemente aperti: 65 sono stati classificati 'bloccanti', 152 'critici', e 531 'primari'.

Classifica dei bugs chiusi

Gli sviluppatori e i team che hanno chiuso il maggior numero di bug durante questo periodo sono:

Classifica dei nuovi bugs

Gli sviluppatori e i team a cui sono stati assegnati il maggior numero di nuovi bug durante questo periodo sono:

8.  Contribuite alla GWN

Per favore spedisci un tuo commento per rendere la GWN ancora migliore

9.  Informazioni per l'iscrizione alla GWN

Per iscriverti alla Gentoo Weekly Newsletter, invia un email vuoto a gentoo-gwn+subscribe@gentoo.org.

Per cancellare la tua iscrizione alla Gentoo Weekly Newsletter, invia un email vuoto a gentoo-gwn+unsubscribe@gentoo.org dall'indirizzo con cui sei iscritto.

10.  Altre lingue

La Gentoo Weekly Newsletter è anche disponibile nelle seguenti lingue:



Stampa

Aggiornato il 3 aprile 2006

Oggetto: Questa è la Gentoo Weekly Newsletter del 3 Aprile 2006.

Ulrich Plate
Caporedattore

Gunnar Wrobel
Redazione

Marco Mascherpa
Traduzione

Stefano Rossi
Traduzione

Diana Fossati
Traduzione

Donate to support our development efforts.

Copyright 2001-2014 Gentoo Foundation, Inc. Questions, Comments? Contact us.