Gentoo Logo

Gentoo Weekly Newsletter: 22 Maggio 2006

Indice:

1.  Gentoo news

GCC 4.1 in arrivo in Portage

Il momento tanto atteso, l'unmasking di GCC 4.1 è quasi giunto. Il team responsabile dello strumento renderà unmasked gcc-4.1.1 nel corso di questa settimana. L'aggiornamento dovrebbe essere straordinariamente semplice e non dovrebbe richiedere interventi per l'installazione e l'utilizzo. Il numero delle applicazioni che non compilano con gcc-4.1 è ormai estremamente basso e la maggior parte degli utenti non dovrebbero avere problemi nemmeno nella compilazione dei pacchetti ~arch. Per aggiornare alla nuova versione (a partire da gcc-3.4) è sufficiente installare la nuova versione e renderla attiva tramite gcc-config. Se si sta aggiornando da una versione di gcc precedente alla 3.4, fare riferimento alla guida all'aggiornamento di gcc per istruzioni più dettagliate.

Se si dovessero trovare applicazioni che avessero ancora errori in compilazione per cui il problema non sia ancora stato segnalato, è possibile creare un nuovob bug "GCC Porting" ed assegnarlo a gcc-porting@gentoo.org in modo che possa essere analizzato.

Gentoo Summer of Code

Ci sono state oltre 6400 candidature da parte di studenti, oltre 90 organizzazioni patrocinanti, in quasi utti gli aspetti l'iniziativa di Google è sicuramente cresciuta rispetto all'anno passato. Quest'anno Gentoo sarà una delle organizzazioni coinvolte e il gruppo UserRel ne coordinerà lo svolgimento. I dati definitivi verranno pubblicati lunedì 22, ma si può già dire che ci sono state 130 candidature. Di queste 13 verranno sponsorizzate da Google. Siamo molto felici di notare un così grande interesse in Gentoo facciamo i migliori auguri per il successo di tutti i progetti.

Vecchi pacchetti PHP fuori da Portage

Dopo esser stati inclusi in package.mask per un po' di tempo i pacchetti PHP in vecchio stile (dev-php/php, dev-php/php-cgi, dev-php/mod_php, e gli altri) sono stati rimossi da Portage. I pacchetti PHP in nuovo stile (dev-lang/php, dev-php4/*, dev-php5/*, e simili) ora sono stabili sulla maggior parte delle architetture.

2.  Voci dalla comunità

gentoo-dev

et_EE locale e messaggi di errore di linguaggio

In Gentoo spesso si hanno bug che hanno messaggi di errore in altre lingue. Questo rende difficile capirli e trovare duplicati di questi bug. Per evitare questi problemi si potrebbe impostare la lingua di default di portage a "C" (inglese). Un differente tipo di bug è quello dell'estone locale: et-EE: il loro alfabeto è diverso e ci sono alcuni errori dovuti al non corrispondere di tutte le lettere. Questi bug devono essere chiusi, anche se possono sembrare un pò noiosi. Impostando locale a un'altra lingua questi bug non si ripresenterebbero, ma è raccomandato chiuderli per evitare problemi futuri.

Nuove eclasses

Ci sono vari Revision Control Systems e spesso è utile avere supporto per gli ebuild, per controllare direttamente i file da un repository, e questa settimana alcuni eclasses hanno aiutato la gestione di darcs, git e mercurial. Questi tre sono nuovi RCS già usati da molti progetti al posto di CVS o subversion.

Segnare tutto, per divertimento e per profitto

La prima discussione su segnare tutti i file di Gentoo risale al 2003. Da allora ci sono state alcune prove per ottenere un sistema Gentoo con la crittografia per ogni file, ma non c'è mai stato un consenso totale, e alla fine non è mai stato implementato. Patrick Lauer riprende questa discussione nella speranza di vedere chiuso questo aspetto.

RFC - Conoscenza base Gentoo

Sven Vermeulen ha fatto partire un nuovo progetto Gentoo. L'obiettivo è creare una conoscenza base che "[...] fornisce risposte a domande specifiche e a problemi che gli utenti (o gli sviluppatori) possono incontrare. Ogni topic viene mantenuto dagli sviluppatori che hanno le adatte conoscenza sul tema. Le guide della conoscenza di base ("topics" come amo chiamarle) non sono guide di documentazione, ma più specifiche su un particolare ambiente e sulle sue domande."

Profili paludis si o no?

E' partita con una domanda di Stephen Bennett, se ci sono obiezioni sull'aggiungere profili per Paludis nel tree di Gentoo, ed è diventata una discussione molto seguita sulla mailing list gentoo-dev. Nel thread principale ci sono circa 300 messaggi oltre a 3 sotto thread, andate a leggere questo incredibile dibattito:

Planet Gentoo

Baselayout 1.12 stabile?

Roy Marples ha annunciato che c'è solo un bug su unionfs prima di potere cominciare a compilare baselayout 1.12. Se non ci saranno altri bug, passerà un altro mese prima che baselayout-1.12.0 sia reso stabile.

Apache 2.0.58 ora disponibile

Apache 2.0.58 è finalmente nel tree, inclusi alcuni cambiamenti dovuti al funzionamento di Apache su Gentoo. Quello più rilevante è la deprecazione di net-www/gentoo-webroot-default come dicusso nel bug #90748. Nella versione 2.0.58 la directory /var/www/localhost non sarà toccata, se esiste. Se non esiste, sara creata e popolata.

3.  Gentoo Security

libextractor: Due buffer overflow heap-based

libextractor è vulnerabile a due vulnerabilità heap overflow che possono portare a esecuzione di codice arbitrario.

Per ulteriori informazioni consultare il GLSA Announcement

Quagga Routing Suite: Vulnerabilità multiple

Il demone RIP di Quagga permette l'inserimento di route e la rilevazione di informazioni di routing. Il demone BGP è vulnerabile a un Denial of Service.

Per ulteriori informazioni consultare il GLSA Announcement

4.  Gentoo international

Austria: Gentoo al Grazer Linuxtage

Come annunciato nella GWN della scorsa settimana, Gentoo era presente al Linuxtag di Graz. Markus Lang, Roger Miliker, Gregor Perner e Wernfried Haas erano presenti allo stand di gentoo, a distribuire secondo richiesta i LiveCD, vendere autocollanti per il case, chattare con gli utenti sulle caratteristiche del Portage, e distribuire autocollanti. Come al solito, i ragazzi di grml (che erano accanto a quelli di Gentoo) ci hanno chiesto se stavamo ancora compilando, ma la risposta è stata quella di mostrargli il funzionamento dell'installer. Sicuramente questo è stata soltanto una presa in giro tra le diverse distribuzioni; il team di Funkfeuer, gentoo, grml e Debian si sono divertiti sulle spalle degli altri. Wernfried Haas ha anche tenuto un workshop introdutivo su IRC con un approfondimento sul noto client IRC irssi ed il Freenode network. Tutti i visitatori dell'esposizione si sono divertiti al GLT, grazie al team organizzativo e arrivederci nel 2007.


Figura 4.1: Amne che aggiusta l'ordine delle parole

Fig. 1: GLT

Nota: Altre immagini dell'evento possono essere guardate su http://dufo.tugraz.at/glt06/

Italia: Gentoo al Linux World Summit di Milano

I compagni del GeCHI (Gentoo CHannel Italia www.gechi.it) hanno trascorso due giorni intensi al Linux World Summit a Milano. Paragonando questa edizione con la passata, gli spazi riservati dall'organizzazione all'Hotel Marriot per l'evento erano piccoli, questo è dovuto probabilmente al fatto che nella hall delle esposizioni c'erano pochi rappresentanti commerciali. Gli stand gestiti dalle associazioni erano di più, più colorate e divertenti. Come detto nella scorsa GWN, i GeCHI hanno mostrato una Sun Fire V120 e un cluster OpenMosix composta da quattro schede madri Via Epia, entrambi i sistemi giravano con Gentoo Linux. Nel cluster era connesso al due dischi SATA soltanto il primo nodo, siccome i restanti tre nodi si caricano dalla rete e sono senza dischi. Dato questo caso inusuale, il cluster era al centro del publico per entrabi i due giorni dell'esibizione. I GeCHI hanno anche preparato un fascicoletto su Gentoo che veniva distribuito allo stand, e avevano pupazzi di pinguini e di mucche (come Larry) da regalare.


Figura 4.2: Un Larry, quattro Tuxes: i GeCHI al lavoro

Fig. 2: Gechi

Nota: Sa sinistra verso destra, diettro: deadhead, blackman, ElDios, davanti: mouser, riquitoi. Altre immagini dell'evento sono disponibili sul sito dei GeCHI

5.  Gentoo in the press

Dot KDE (16 maggio 2006)

In una serie di interviste con commercianti che traggono beneficio da KDE -- o vice-versa -- la rivista KDE Dot News ha parlato con lo sviluppatore di Gentoo Caleb Tennis nel suo ruolo di system designer presso l'AEI, una compagnia in Columbus, Indiana, specializzato nella valutazione della durabilità dei motori diesel, ricerca su esausti, sviluppo di performance e numerosi altri servizi. Caleb ha fiducia sulla decisione della AEI di utilizzare Gentoo e KDE, piuttosto che altro "può andare bene anche sul computer della propria ragazza, ma per uno che controlla un sistema da $1,000,000, diventa importante non avere problemi perchè 'Windows crashed'."

Newsforge (19 maggio 2006)

Il responsabile di fiducia dell'infrastruttura di Gentoo Kurt Lieber ha detto la sua in un articolo su Gentoo sponsor OSUOSL intitolato "Oregon lab plays Web host to the stars of open source." gettando il fondo per la prossima intervista con Scott Kveton (OSUOSL), Kurt punta sul favoloso laboratorio dei servizi open-source che ha avuto Gentoo: "in fatti, è meglio di quello che mi aspetterei da un prodotto commerciale, in tutto rispetto.

6.  Tips and Tricks

Gestire i propri overlay con layman

Nota: Questa sezione è tornata dopo un pò di tempo di assenza. Se avete suggerimenti e trucchi da condividere con la comunità Gentoo, mandate una mail a gwn-feedback@gentoo.org.

layman è una piccola applicazione Python scritta dallo sviluppatore Gentoo Gunnar Wrobel, che permette di usare e sincronizzare molti overlay di Portage sulla propria macchina locale.

Non c'è una versione stabile disponibile di layman, e quindi dovete aggiungere layman al vostro file package.keywords prima di installarlo.

Codice 6.1: Installare layman

# echo "app-portage/layman" >> /etc/portage/package.keywords
# emerge layman

Per includere gli overlay gestiti da layman alla vostra variabile PORTDIR_OVERLAY dovete specificare un file nel quale sono elencati tutti gli overlay gestiti da layman. Si possono anche aggiungere altri overlay alla variabile PORTDIR_OVERLAY in /etc/make.conf.

Codice 6.2: Specificare gli overlay di layman

# echo "source /usr/portage/local/layman/make.conf" >> /etc/make.conf

Configurare layman è facile. Per prima cosa si devono scaricare un elenco di overlay disponibili e poi si possono aggiungere gli overlay che si desiderano usare.

Codice 6.3: Configurare layman

Scaricare un elenco di overlay disponibili
# layman -f

Aggiungere l'overlay 'gentoo-de'
# layman -a gentoo-de

layman -l vi da un elenco di tutti gli overlay disponibili, con la -a si possono aggiungere altri overlay.

La -s vi permette di sincronizzare le copie del overlay locale. Si può scegliere tra la sincronizzazione di un overlay specifico o di tutti gli overlay che avete aggiunto.

Codice 6.4: Sincronizzare gli overlay

Sincronizzare l'overlay 'gentoo-de'
# layman -s gentoo-de

Sincronizzare tutti gli overlay
# layman -s ALL

7.  Cambiamenti negli sviluppatori di Gentoo

Abbandoni

I seguenti sviluppatori hanno recentemente abbandonato il progetto Gentoo:

  • Rob Holland

Nuovi arrivi

I seguenti sviluppatori si sono aggiunti al progetto Gentoo:

  • Steve Dibbs (beandog) - Planet

Cambiamenti

I seguenti sviluppatori hanno recentemente cambiato ruolo nel progetto di Gentoo:

  • Per questa settimana nessuno

8.  Bugzilla

Statistiche

La comunità  Gentoo usa Bugzilla ( bugs.gentoo.org) per annotare e tenere traccia di bugs notifiche, suggerimenti e altre interazioni con il team di sviluppo. Tra il 14 maggio 2006 e il 21 maggio 2006, l'attività sul sito è stata:

  • 653 nuovi bugs
  • 323 bugs chiusi o risolti
  • 24 bugs precedentemente chiusi sono stati riaperti

Dei 10139 bugs correntemente aperti: 56 sono stati classificati 'bloccanti', 149 'critici', e 524 'primari'.

Classifica dei bugs chiusi

Gli sviluppatori e i team a cui sono stati assegnati il maggior numero di nuovi bug durante questo periodo sono:

Classifica dei nuovi bugs

Gli sviluppatori e i team a cui sono stati assegnati il maggior numero di nuovi bug durante questo periodo sono:

9.  Contribuite alla GWN

Per favore spedisci un tuo commento per rendere la GWN ancora migliore

10.  Informazioni per l'iscrizione alla GWN

Per iscriverti alla Gentoo Weekly Newsletter, invia un email vuoto a gentoo-gwn+subscribe@gentoo.org.

Per cancellare la tua iscrizione alla Gentoo Weekly Newsletter, invia un email vuoto a gentoo-gwn+unsubscribe@gentoo.org dall'indirizzo con cui sei iscritto.

11.  Altre lingue

La Gentoo Weekly Newsletter è anche disponibile nelle seguenti lingue:



Stampa

Aggiornato il 22 maggio 2006

Oggetto: Gentoo Weekly Newsletter del 22 Maggio 2006.

Ulrich Plate
Caporedattore

Sebastian Bergmann
Redazione

Wernfried Haas
Redazione

Patrick Lauer
Redazione

Mark Loeser
Redazione

Andrea Perotti
Redazione

Tobias Scherbaum
Redazione

Marco Mascherpa
Traduzione

Stefano Rossi
Traduzione

Diana Fossati
Traduzione

Donate to support our development efforts.

Copyright 2001-2014 Gentoo Foundation, Inc. Questions, Comments? Contact us.