Gentoo Logo

Gentoo Weekly Newsletter: 9 Ottobre 2006

Indice:

1.  Gentoo news

X.Org 7.1 a breve stabile per amd64 e x86

Il team Gentoo X11 ha in programma di rendere stabile X.Org 7.1 per x86 e amd64 da Giovedì 12 Ottobre in poi. La mancanza di supporto per i driver binari ha un po' ritardato il rilascio, ma Nvidia e ATI hanno finalmente rilasciato le proprie versioni compatibili che anch'esse sono ora stabili.

La nuova versione presenta l'aggiunta del GLX accelerato indiretto (AIGLX) che consente miglioramenti grafici quali il windows manager Compiz o la gestione di oggetti 3D con Xdmx. X.Org 7.1 integra inoltre i server kdrive (TinyX) per sistemi embedded all'interno del pacchetto xorg-server se si utilizza la USE flag kdrive. L'integrazione con kdrive consente inoltre l'utilizzo di Xephyr, un client simile a Xnest. Diversi driver hanno inoltre subito importanti aggiornamenti.

CFLAGS sicure

Essere in grado di personalizzare le CFLAGS è parte del controllo e dell'estrema configurabilità conferita all'utente dalla Gentoo experience. Avere controllo porta sia benefici che problemi e personalizzare le CFLAGS non fa accezione.

Avvertenza: L'utilizzo di qualsiasi impostazione oltre -O2 -fomit-frame-pointer -march/-mcpu/-mtune in CFLAGS o CXXFLAGS (e -mieee, -mabi ecc su architetture particolari su cui viene suggerito) e l'utilizzo di qualsiasi impostazione in LDFLAGS o ASFLAGS non vale solitamente la pena per l a maggior parte degli utenti. C'è solitamente un piccolo vantaggio, se effettivamente c'è, a fronte di alti rischi e diverso tempo speso perfezionare le impostazioni invece che a fare cose ben più interessanti.

Il recente rilascio di GCC 4.1 per gli utenti x86 e amd64 ha cambiato il panorama delle CFLAGS. Gli utenti che hanno speso tempo a perfezionare le proprie CFLAGS in GCC 3.4 potrebbero scoprire che l'aggiornamento a GCC 4.1 potrebbe lasciarli con un sistema instabile.

Alcuni esempi concreti sono:

  • nss_ldap non funziona più con -ffast-math (-ffast-math viene spesso utilizzata male e deve essere considerata una flag insicura)
  • -fvisibility-inlines-hidden è incompatibile con certo codice
  • -ftree-loop-linear non funziona con GCC 4.1 (almeno con mesa)
  • -ftree-vectorize non funziona in GCC 4.1 (almeno per x86 e ppc, ci sono alcuni problemi segnalati da utenti amd64, ma nessuna garanzia)
  • -fforce-addr e -fweb non funzionano mai su x86 quando utilizzate da librerie grafiche o video che utilizzano assembler ottimizzato a mano (-fweb potrebbe funzionare su amd64, ma non ci sono garanzie)

Ci sono flag che si sa bene non funzionare per tutte le versioni GCC interessanti:

  • -fvisibility=hidden
  • -frename-registers (potrebbe funzionare su amd64, a proprio rischio)
  • -ftracer
  • -D_FILE_OFFSET_BITS=64
  • -msse, -mmmx, and -m3dnow (non sono necessarie suamd64, sono inglobate in -march=k8/nocona/... e funzionano correttamente così)
  • -W
  • -mfpmath=sse,387
  • -malign-double

Gli utenti con CFLAGS non supportate potrebbero ritornare a CFLAGS più sicure (vedere avviso di cui sopra) se gli aggiornamenti hanno creato insabilità. D'altra parte utenti più coraggiosi potrebbero voler cimentarsi con CFLAGS che non funzionavano correttamente con GCC 3.4.6... Come sempre l'utente ha il controllo, nel bene e nel male.

Note finali:

  • La pagina di manuale di GCC contiene diversi avvisi per opzioni di ottimizzazione non sicure. E' importante consultarla prima di fare esperimenti con CFLAGS o aggiornare GCC su un sistema molto personalizzato.
  • Alcune opzioni che non sono sicure nelle impostazioni globali, possono essere aggiunte automaticamente in alcune ebuild se lo sviluppatore lo ritiene sicuro (è sufficiente ridefinire CFLAGS o usare append-flags disponibile nella eclass flag-o-matic). Ad esempio -ffast-math viene aggiunto dalle ebuild di xmame/xmess sulla maggior parte delle architetture anche se non viene impostato nelle CFLAGS di sistema.
  • E' possibile farsi un'idea dei problemi di stabilità di una ottimizzazione spcifica eseguendo: find /usr/portage -name '*.ebuild' | xargs grep -- '-your-risky-optimization-option'. L'esecuzione ura diverso tempo, ma può essere illuminante: osservare le 'filter-flags'.

2.  Lo sviluppatore della settimana

"Ciao. Mi chiamo Inigo Montoya. Hai ucciso mio padre. Preparati a morire." - Daniel Ostrow, dostrow


Figura 2.1: Daniel Ostrow

Fig. 1: dostrow

Lo sviluppatore Daniel Ostrow, dostrow, è nato nel Michigan. Dice di sentirsi uno di New York, almeno nello spirito, visto che ha vissuto lì 16 anni, ma attualmente risiede fuori San Francisco, CA. Vive da solo, anche se sta pensando di prendere un gatto. Quando viveva con la sua famiglia a New York, avevano 3 gatti, alcuni pesci, una tartaruga e un serpente a nove piedi.

Dostrow ha capito subito che il college non faceva per lui, nonostante ha lavorato per prendere un diploma in Interdisciplinary Marine Psych/Bio, specializzato in mammiferi marini, una cosa abbastanza lontana da quello che è sempre stato, un esperto di computer. Daniel dice che forse un giorno potrebbe studiare e prendere un diploma in qualcosa.

Daniel lavora per una compagnia di servizi web per risorse umane, Workstream, che fornisce soluzioni per le risorse umane, dal reclutamento al termine. E' stato assunto perchè lavora con Gentoo ma non è pagato per lavorare con Gentoo. Il suo titolo di lavoro è Senior Systems Engineer. Daniel dice che il suo lavoro è quello di essere prestato ad altri dipartimenti per fare il possibile/impossibile. Ama molto fare questo, e non gli va di lavorare su una cosa per molto tempo. Workstream è un negozio CentOS/Solaris/Windows, ma Daniel si occupa di un server che serve per patch di kernel ed è la sua workstation locale.

Essere uno svluppatore Gentoo attivo è una abilità inestimabile sul posto di lavoro, dice Daniel. E' capace di applicare le stesse abilità richieste per essere un buon sviluppatore in qualsiasi lavoro IT.

Quando non lavora va nei club e bar di San Francisco o si vede un film. Gli piacciono tanto Guerre Stellari e la musica dance. Il suo DJ favorito è Armin Van Buuren, ma anche Tiësto, Paul Van Dyk, e Ferry Corsten sono nella sua lista di preferiti. Ama talmente tanto la techno che va ogni anno al Ultra Music Festival in Florida. Abbiamo detto che gli piace Guerre Stellari? Ha l'hobby per l'arco e le frecce. I posti più belli che ha visitato sono sicuramente quelli dell'Asia dell'est, è andato a Singapore, Hong Kong, Tokyo, e Taiwan.

Dostrow ha cominciato la sua esperienza *nix con NetBSD e poi ha provato molte distribuzioni Linux. Ha scoperto Gentoo 1.4_rc1 ma per un pò è rimasto confuso dai troppi termini tecnici di Linux, e ha usato altre distribuzioni. E' tornato a usare Gentoo quando ha familiarizzato con Linux. Dice che il successo di Gentoo è l'assistenza data dalla sua comunità (e ringrazia Pylon e pvdabeel per averlo aiutato a far funzionare la sua prima installazione PPC). Ha continuato ad essere presente in #gentoo-ppc, fornendo patch e scrivendo ebuild per pacchetti vecchi. E' stato fatto entrare nel team da pvdabeel nel Maggio 2004. Lavora per PPC64 e XFCE. Gli piace davvero XFCE, e di recente ha comprato l'hardware per mantenerlo su tutte le architetture supportate.

Daniel ha un x86 Dell laptop e desktop, due sistemi AMD64 e un AMD64 Acer Ferrari, un Alpha, un HPPA, un ARM, due PPC, due PPC64, alcuni Sparcs, un MIPS box, e un IA64. La prima applicazione che fa partire è XFCE seguita da urxvt, gaim, xchat e evolution.

3.  Voci dalla comunità

forums.gentoo.org

Addio server Gentoo

Un utente del forum kashani ha scritto la sua esperienza con Gentoo Linux come un rifacimento per CentOS a http://jumpcut.com/ prima che venisse comprata da Yahoo! due settimane fa. Ha parlato su come è iniziata la conversione sui server di supporto, poi su quelli di sviluppo seguiti dal fare stage e produzione.

gentoo-user

OT: Sansa e260 MicroSD

Devon Miller ha un SanDisk Sans E260, un lettore MP3 flash con uno slot per una SD card storage. Devon ha fatto il mount per il drive flash ma non per la SD card. Steve McGrath (che ha avuto un problema simile su un 5-in-1 card reader) ha consigliato a Devon di ricompilare il kernel con la opzione "Probe all LUNs on each SCSI device" in Device Drivers->SCSI device support. Devon ha così risolto il problema.

Permettere a un utente di restartare net.wlan0

Per risolvere un problema di NIC sul sistema di suo figlio, Mark Knecht ha avuto bisogno di permettere a un utente normale di far eseguire il comando /etc/init.d/wlan0 restart. Mark Shields e Devon Miller gli hanno consigliato di usare visudo e aggiungere "username ALL=(ALL) NOPASSWD: /etc/init.d/net.wlan0" al file /etc/sudoers. Ian Buchanan ha suggerito "username ALL=(ALL) NOPASSWD: /etc/init.d/net.wlan0 restart" che permetteva solo il restart del servizio.

Nick Rout e Alexander Skwar hanno detto che la Atheros card funziona meglio con il driver madwifi-ng e non con il driver ndiswrapper-ed che Knecht stava usando.

4.  Gentoo in the press

NewsForge (6 ottobre 2006)

Benetech CTO, Dr. Patrick Ball ha parlato del software open source ed in particolare di Gentoo.

Il desktop personale di Ball è un sistema Gentoo Linux. "Ho usato Gentoo per anni, perchè era molto divertente e mi ha preso il suo modo di amministrare la macchina," ha detto, niente è unico come la filosofia di scegliere-e-compilare-tutto. Poi ha anche aggiunto che non riesci ad uscire dal limbo quando la usi -- la gente che la usa e la sviluppa è qui proprio per aiutarti.

"La comunità è veramente dura e la gente ha responsabilità a diversi livelli,", ha detto. "Altre [comunità free software] sono responsabili di bassi livelli oppure ad alti livelli, invece in Gentoo ci sono degli incroci tra i vari livelli -- non si arrabbiano se ti rivolgi a Eric Raydmond e gli dici di esserti perso"

Prima di Gentoo, Benetech sul suo desktop ha usato Red Hat ed ora usa Ubuntu. Su di Ubuntu ha detto che è facile da impostare e installare ed è questa la ragione del suo cambiamento. "Se hai da preparare 10 o 15 macchine, Gentoo non conviene". La maggior parte delle nostre macchine girano con Kubuntu, ma nella nostra organizzazione ci sono alcune persone che utilizzano anche GNOME.

Linux Magazin (Nov 2006)

Linux Magazin tedesco ha pubblicato un articolo su http://overlays.gentoo.org e layman nella edizione di Novembre. L'articolo, initolato "Community-basiertes Qualitätsmanagement" (Community-based Quality Management), parla della dura interazione con i problemi della comunità con le tradizionali procedure quality assurance e che produce un risultato stabile.

Chi fa parte della comunità tedesca di Gentoo dovrebbe comprare l'edizione di Novembre, poichè l'articolo non è disponibile online.

5.  Cambiamenti negli sviluppatori di Gentoo

Abbandoni

I seguenti sviluppatori hanno recentemente abbandonato il progetto Gentoo:

  • Tim Yamin (plasmaroo)
  • Gregorio Guidi (greg_g)

Nuovi arrivi

I seguenti sviluppatori si sono aggiunti al progetto Gentoo:

  • Alon Bar-Lev (alonbl) crypto team
  • Jeffrey Gardner (je_fro) sci-* team
  • Timothy Redaelli (drizzt) Gentoo/FreeBSD

Cambiamenti

I seguenti sviluppatori hanno recentemente cambiato ruolo nel progetto di Gentoo:

  • per questa settiman nessuno

6.  Gentoo security

Mozilla Thunderbird: Vulnerabilità multiple

Mozilla Foundation ha riportato vulnerabilità multiple di sicurezza relativi a Mozilla Thunderbird.

Per ulteriori informazioni consultare il GLSA Announcement

Adobe Flash Player: Esecuzione di codice arbitrario

Multipli errori di validità input sono stati identificati e permettono esecuzione di codice arbitrario su un sistema di un utente con gestione di file Flash pericolosi.

Per ulteriori informazioni consultare il GLSA Announcement

ncompress: Buffer Underflow

Una vulnerabilità buffer overflow riportata in ncompress permette esecuzione di codice arbitrario.

Per ulteriori informazioni consultare il GLSA Announcement

7.  Bugzilla

Sommario

Statistiche

La comunità di Gentoo usa Bugzilla ( bugs.gentoo.org) per annotare e tenere traccia di bugs notifiche, suggerimenti e altre interazioni con il team di sviluppo. Tra il 01 ottobre 2006 ed il 08 ottobre, l'attività sul sito è stata:

  • 748 nuovi bugs
  • 584 bugs chiusi o risolti
  • 34 bugs precedentemente chiusi sono stati riaperti
  • 213 bugs chiusi come NEEDINFO/WONTFIX/CANTFIX/INVALID/UPSTREAM
  • 166 bugs marcati come duplicati

Dei 11080 bugs correntemente aperti: 33 sono stati classificati 'bloccanti', 121 'critici', e 505 'primari'.

Classifica dei bugs chiusi

Gli sviluppatori e i team a cui sono stati assegnati il maggior numero di bugs chiusi durante questo periodo sono:

Classifica dei nuovi bugs

Gli sviluppatori e i team a cui sono stati assegnati il maggior numero di nuovi bug durante questo periodo sono:

8.  Rimozione di pacchetti

Nella GWN debutta questa settimana una sezione su annuncio della rimozione di pacchetti dal tree. Questa lista è compilata manualmente, e può non essere completa. L'obiettivo di questa sezione è di aiutare l'informazione per la comunità sulla rimozione di pacchetti dal tree, lasciando il tempo di poter passare a nuovi pacchetti o aiutare volontariamente a far restare nel tree questi pacchetti. Lo staff della GWN spera che questa sezione diventi ricorrente nelle future edizioni, e spera in futuro di poter fare un report automatico e non mano. La rimozione di pacchetti è presa da molte parti, inclusa Treecleaners e vari sviluppatori.

Rimozioni:

Pacchetto: Data di rimozione: Contatto:
app-emulation/vmware-workstation-3.2.1 27 Ott 06 Chris Gianelloni
games-fps/quake3-truecombat 27 Ott 06 Chris Gianelloni
net-mail/quotient 28 Ott 06 Christian Heim
media-radio/ax25-tools 29 Ott 06 Christian Heim
x11-libs/buffy 29 Ott 06 Christian Heim
net-im/gabber 01 Nov 06 Olivier Crête
net-im/jabbero 01 Nov 06 Olivier Crête
media-sound/fobbit 03 Nov 06 Diego Pettenò
sys-apps/sal-client 05 Nov 06 Christian Heim

9.  GWN feedback

Per favore, per rendere la GWN ancora migliore mandaci un tuo commento e aiutaci a rendere la GWN migliore.

10.  Informazioni per l'iscrizione alla GWN

Per iscriverti alla Gentoo Weekly Newsletter, invia un email vuoto a gentoo-gwn+subscribe@gentoo.org.

Per cancellare la tua iscrizione alla Gentoo Weekly Newsletter, invia un email vuoto a gentoo-gwn+unsubscribe@gentoo.org dall'indirizzo con cui sei iscritto.

11.  Altre lingue

La Gentoo Weekly Newsletter è anche disponibile nelle seguenti lingue:



Stampa

Aggiornato il 9 ottobre 2006

Oggetto: Gentoo Weekly Newsletter del 9 Ottobre 2006.

Ulrich Plate
Caporedattore

Donnie Berkholz
Redazione

Chris Atkinson
Redazione

Lionel Bouton
Redazione

Chris Gianelloni
Redazione

Marco Mascherpa
Traduzione

Stefano Pacella
Traduzione

Diana Fossati
Traduzione

Donate to support our development efforts.

Copyright 2001-2014 Gentoo Foundation, Inc. Questions, Comments? Contact us.